Il team di Ferfilò

"Ho perfezionato la mia passione per la scrittura presso Bottega Finzioni, scuola di scrittura fondata a Bologna da Carlo Lucarelli, fino a pubblicare il mio primo albo illustrato. Sono presidentessa di Ferfiló e mi occupo delle proposte educative e del coordinamento delle attività a Lab 63."
Alice Montagnini
Membro CDA – Presidentessa dell’associazione.
"Di formazione pedagogista, appassionato di musica e indegno chitarrista. In Ferfilò mi occupo prevalentemente di progettazione europea, regionale e nazionale e di politiche giovanili, con focus specifico sulla mobilità europea dei giovani e sul loro orientamento professionale e personale."
Enrico Taddia
Socio fondatore e membro CDA – Referente Progettazione
"Laurea in Scienze Biomolecolari e Cellulari. Organizzazione e movimento le due parole che mi rappresentano. L'amore per lo sport mi porta ad essere una persona molto dinamica mentre l'interesse e la passione per la burocrazia mi trasporta in un modo fatto di organizzazione e metodicità. All'interno di Ferfilò mi occupo della componente amministrativa, monitoraggio e rendicontazione progettuale."
Giulia Ginesi
Socia fondatrice e membro CDA – Referente Amministrativo
"Educatrice di formazione. Appassionata di letteratura per l’infanzia e promozione della lettura con i bambini.
In Ferfilò mi occupo del coordinamento dei progetti educativi e degli operatori che collaborano con noi. Mi occupo inoltre alla progettazione delle attività di Lab63."
Alice Tassinari
Socia Fondatrice e membro CDA – Referente Educativo
"PhD in scienze pedagogiche e assegnista di ricerca presso il dipartimento di Scienze dell'Educazione di Bologna. I miei interessi riguardano l'alfabetizzazione e l'educazione ai media, le riflessioni pedagogiche sul medium videoludico e l'influenza delle tecnologie sulla scuola e fra i giovani. Formatore, facilitatore e consulente per associazioni non governative e per il Consiglio d'Europa."
Alessandro Soriani
Socio fondatore – Consulente e formatore
"Vengo da Skopje, in Mecedonia.  Sono un’operatrice sociale, lavoro come Coordinatrice del Programma sull’inclusione sociale nell’associazione Center for youth activism CYA KRIK. In Ferfilò seguo la promozione del Programma Erasmus Plus, opero presso lo sportello Informagiovani a Cento e mi occupo dello sviluppo e gestione di progetti."
Irena Krsteva
Volontaria SVE (Servizio Volontario Europeo)
"Laureata in Scienze dell'Educazione e appassionata del mondo della danza. In Ferfilò mi dedico al coordinamento dei pre e post della scuola primaria, al doposcuola delle scuole medie e alla gestione dei centri estivi. Mi occupo inoltre del front office e dell'organizzazione logistica dello spazio e delle iniziative di LAB63, dedicandomi al servizio di segreteria e gestione dei contatti tra gli utenti e i collaboratori."
Claudia
Claudia
Coordinamento e front office

 

Cos’è Ferfilò?

Ferfilò è un’associazione no profit che lavora da sette anni con i giovani del territorio di Cento (FE), a livello regionale, nazionale ed europeo.

Ferfilò organizza e gestisce attività culturali ed eventi giovanili partendo da idee e proposte dei ragazzi stessi, ed opera in sinergia con enti partner locali ed europei.

Ferfilò è specializzata in progetti relativi all’educazione non formale e all’apprendimento interculturale.

Come nasce il termine Ferfilò?

Nella tradizione contadina e di montagna, i nostri nonni concludevano le loro giornate lavorative nei fienili a filare la lana e a tessere le trame della vita sociale. Il filò rappresentava uno dei momenti di vita comunitaria più importanti e il mezzo di comunicazione più diffuso.

Far filò voleva dire proprio parlare del più del meno, tra abitanti dello stesso gruppo di case. Questo momento era molto più che un solo ritrovo per chiacchierare, raccontare e ascoltare storie e aneddoti di vita; infatti, era l’occasione per creare nuove relazioni umane, al calore di un focolare.

Questo è lo scopo della nostra associazione, creare momenti di incontro tra i giovani attraverso l’esperienza del fare insieme, creando nuove relazioni e promuovendo il pensiero critico.